Come funzionano i Bitcoin

Le cripto-monete ci affascinano e, tra tutte, i Bitcoin sono la più famosa, quella che vale di più. Passando da un valore di 10 dollari ad oltre 1.200 nel corso di un anno, ha superato il valore dell’oro al suo apice prima di crollare a 500, mentre oggi si trova attorno a 750 dollari.

Abbiamo visto l’inventore dei Bitcoin diventare milionario e le autorità sequestrare milioni di dollari di Bitcoin che transitavano dal famoso mercato nero del web. Milioni di persone hanno seguito la storia di questo ragazzo, ma molti meno hanno scelto di acquistare i Bitcoin per paura della volatilità.

I Bitcoin stanno emergendo dalla loro adolescenza e stanno diventando adulti, assumendo una forma stabile e più “matura”. L’ecosistema Bitcoin è in crescita, è robusto e sempre legittimo, gli evangelisti del movimento stanno spingendo duramente all’adozione su larga scala di questa cripto valuta.

In questo articolo rispondiamo alle domande di chi vuole conoscere tutto quello che c’è da sapere, di base, su questo metodo di pagamento.

Cosa sono i Bitcoin?

Per dirla molto semplicemente, i Bitcoin sono la versione web del denaro. Si trovano all’interno di un protocollo crittografico, ecco perché sono noti come “cripto-valuta”. Il protocollo crea pezzi unici di proprietà digitale che possono essere trasferiti da una persona ad un’altra e rende impossibile avere un Bitcoin “doppione”, il che significa che non si può spendere lo stesso Bitcoin due volte.

I Bitcoin sono generati utilizzando un programma open-source in grado di risolvere problemi matematici complessi in un processo noto come estrazione. Ogni Bitcoin è definito da un indirizzo pubblico e da una chiave privata.

I Bitcoin sono anonimi?

Spesso si dice che i Bitcoin sono anonimi, ma non è proprio accurato. Le transazioni sono molto difficili da rintracciare, ed è per questo che sono spesso usati come metodo di pagamento per attività illecite online.

Come con i soldi di carta, è possibile salvare Bitcoins in un portafoglio che memorizza le chiavi pubbliche e private necessarie per identificare i Bitcoin ed eseguire una transazione.

Da dove vengono i Bitcoin?

Con i soldi di carta, un governo decide quando e quanto denaro stampare e distribuire. I Bitcoin, al contrario, non dipendono da una banca centrale o da un governo, bensì dalle persone che li “minano”. Il “mining” è il processo di risoluzione di problemi matematici complessi (chiamati anche “hashing”) fatti usando computer che eseguono il software per la creazione dei Bitcoin. Ciò richiede una potenza di calcolo maggiore rispetto ai PC classici, ecco perché per poter minare occorre acquistare macchine apposite.

Come si fa a comprare o vendere Bitcoin?

E’ necessario avere un portafoglio Bitcoin ed iscriversi ad un sito apposito, come CoinBase. Questo è il blocco di partenza per iniziare ad esplorare questo affascinante mondo.